Master Online in tecnologie per la didattica (DOL)

Il Politecnico di Milano per la scuola italiana

La struttura

Il Master online in tecnologie per la didattica (DOL) si svolge interamente a distanza, attraverso una piattaforma eLearning asìncrona (Moodle), sia per quanto riguarda l’erogazione dei materiali di approfondimento e di studio, sia per lo svolgimento delle attività proposte.

I contenuti

L’offerta formativa prevede diversi tipi di moduli sui principi della comunicazione e della formazione e sulle metodologie alla base di progetti supportati da tecnologie, sull’apprendimento didattico – operativo con specifiche tecnologie e la sperimentazione in classe.

Gli strumenti

Il corso viene erogato attraverso una piattaforma eLearning asìncrona (Moodle) e un sistema di videoconferenze (Zoom).
I software utilizzati per le attività vengono utilizzati nei corsi sono liberi o gratuitamente scaricabili dalla rete.

I docenti

I docenti del master sono professori universitari del Politecnico di Milano e di altre Università italiane, nonché ricercatori e professionisti esperti nelle tematiche di interesse.

I tutor

tutor del master sono insegnanti che hanno brillantemente conseguito il Master e sperimentato con successo, nel corso degli anni, l’uso delle tecnologie nella didattica.

La nostra storia

DOL (Diploma On Line) è un programma del Politecnico di Milano dedicato alla formazione di insegnanti esperti nell’uso delle tecnologie nella didattica. Dopo un’esperienza “territoriale” iniziata nel 1997, il DOL si propone nel 2003 come corso di aggiornamento e successivamente di perfezionamento post – universitario
A partire dal 2012 il DOL entra nell’offerta formativa di Ateneo come master universitario di primo e secondo livello (1500 ore, 60 CFU).

Perché il DOL funziona

Il docente che consegue un percorso formativo DOL

 

  • conosce i principali dispositivi e software a supporto della didattica
  • sa mettere in pratica in maniera consapevole una varietà di paradigmi didattici innovativi che sfruttano al meglio le possibilità offerte dalle tecnologie
  • conosce metodologie avanzate per l’analisi e il reporting della didattica
  • può orientare i colleghi verso un uso efficace e mirato delle tecnologie,diventando un punto di riferimento all’interno della propria realtà scolastica

Il docente DOL è quindi un insegnante moderno, efficace e polivalente.

La nostra vision

Dal 1997, le attività in presenza e online del DOL hanno coinvolto quasi 2000 docenti, da tutta Italia, impegnati in un percorso di formazione caratterizzato da tre elementi chiave: conoscenza di tecnologie di base, conoscenza dell’innovazione pedagogica collegata all’uso delle tecnologie, apertura alle esperienze internazionali. Un elemento caratterizzante, infine, è la combinazione di attività di studio con esperienze concrete condotte in classe.

 

L’utilizzo delle tecnologie, nei casi migliori, modifica profondamente la didattica, perché offre nuove opportunità, soprattutto inclusive, recuperando cioè al processo di apprendimento allievi in difficoltà.

Affidare agli studenti compiti reali, permette loro di pensare ed operare nei modi propri del dominio di riferimento e di offrire loro un apprendimento che abbia una concreta e tangibile ricaduta in campi di interesse.

La conoscenza dei docenti rispetto all’uso delle tecnologie in classe è sempre situata, e i fattori di conoscenza, pedagogici e tecnologici, sono connessi fra loro da un’interazione ed un’interrelazione molto forte.

Ciò che più conta, in attività di media education non è il risultato in sé e per sé, ovvero l’output concreto, quanto piuttosto tutto il percorso che ha condotto la classe a tale risultato.

I momenti di apprendimento che gli allievi affrontano sono sempre più spesso diffusi e non concentrati nelle ore passate a scuola (m-learning – mobile learning; u-learning – ubiquitous learning).

TESTIMONIALS

Dicono di noi

Il master è stata una grande opportunità di crescita umana e professionale, mi ha fatto confrontare con i miei punti di debolezza facendomi al contempo scoprire altre mie risorse che non ritenevo di possedere. Ho ricevuto tantissimi stimoli, trovando nuova motivazione nello svolgere il mio lavoro con nuovi strumenti, nuove conoscenze e nuova energia. Sono stati due anni molto difficili che personalmente mi hanno provato. Il master è stato il mio spazio personale dove trovare suggerimenti, stimoli, idee e tornare a progettare. I miei figli immaginavano che studiassi cose complicatissime e discipline iperspecialistiche. Un pomeriggio, per realizzare una esercitazione video, ho preso dalle loro camerette un peluche di Winnie the Pooh e dei dinosauri dicendo loro che mi servivano per il lavoro; li ho sentiti sconvolti correre da mia moglie chiedendo allarmati se avessi cambiato mestiere!  Forse avevano un poco di ragione anche loro: alla fine forse non ho cambiato mestiere ma è cambiato radicalmente come lo faccio.

Mi fa strano che siano passati 2 anni. In un colloquio pre master, mi è stato detto che il tempo necessario per il DOL era di 1 o 2 gg a settimana…Io pensavo fosse un’esagerazione…ma alla fine non siamo andati molto lontani.  Il DOL mi ha accompagnato per tanti mesi, con contenuti sempre diversi, materiali ricchissimi e navigazioni di ricerca online in territori sconosciuti. In questi mesi ho scoperto temi che pensavo di conoscere, ma conoscevo pochissimo. E materie inesplorate. Mi sono scontrato con temi ostici, con relatori di ogni tipo. Ho incontrato (anche se solo virtualmente) una comunità di docenti disposti a mettersi in gioco in quel folle mondo che è la scuola italiana.

Sono stati due anni caratterizzati dalla parola chiave “sfida”.  Ho dovuto sfidare me stessa sulle attività da svolgere esplorando teorie e contenuti, sui risultati da raggiungere.  Ho dovuto (abbiamo dovuto) sfidare il tempo storico della pandemia che ha messo tutti a dura prova per riuscire a stare dentro il tempo e riuscire a superarlo.  So per certo che i miei studenti (in questo anno scolastico) hanno potuto esplorare nuovi strumenti e nuovi modi di apprendere, grazie alle proposte frutto del mio apprendimento nel DOL: cloud, interviste audio, testi creativi, paesaggi sonori, infografiche, fumetti, servizio alla comunità, classe virtuale, sicurezza in rete… non sono più concetti astratti ma pratica didattica.  Il mio rapporto con le ICT non è cambiato, eravamo già “innamorati incompresi”: sono stata sempre affascinata dalle tecnologie, sin da piccola dovevo avere l’ultima diavoleria inventata.  Non ho aneddoti particolari ma l’attesa della nuova videoconferenza e della mail quotidiana di aggiornamento del Forum è essa stessa l’aneddoto migliore che mi ha fatto tenere vivo il rapporto con tutti gli attori: docenti e colleghi Dollini cui va il mio Grazie per aver contribuito al raggiungimento della meta.

CONTATTACI

CONTATTACI

Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria

Via G. Ponzio, 34/5
20133 Milano

Orari

Lun – Ven: 8.30 – 17.30
Sab – Dom: Chiuso

Chiamaci

(02) 2399 9607